Cosa prevede il bonus chef? I dettagli della legge di bilancio 2021 per bar, ristoranti e alberghi.


Cos’è il bonus chef? Con la legge di bilancio 2021 sono previste agevolazioni che possono interessare bar, ristoranti e alberghi.

Ecco quali sono gli strumenti che il governo italiano ha messo in campo per un settore così delicato. I dettagli del cosiddetto “Bonus chef”.

Per i cuochi professionisti presso alberghi e ristoranti, sia dipendenti sia lavoratori autonomi in possesso di partita IVA è previsto un credito d’imposta fino al 40 per cento del costo per le spese per:

  • l’acquisto di beni strumentali durevoli, precisamente per l’acquisto di macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari. Oppure il generico acquisto di strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione;
  • la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale. Vale anche nei casi in cui non siano in possesso del codice ATECO 5.2.2.1.0.

La misura vale per acquisti dal 1 gennaio 2021 fino al 30 giugno 2021.

Il tetto massimo è di 6.000 euro. La spesa complessiva stanziata dal governo è 1 milione di euro in ciascuno degli anni: 2021, 2022 e 2023.

Inoltre, è stato prorogato il superbonus edilizio ed è stato introdotto “bonus idrico” pari a 1.000 euro per ciascun beneficiario. Quest’ultimo ha validità entro il 31 dicembre 2021 per interventi di sostituzione di water (con nuovi apparecchi a scarico ridotto) e per la rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti (con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua), Vale per edifici esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.