Domande di risarcimento Vaia


Sono aperti i termini per l’inoltro delle domande di risarcimento per coloro che abbiano subito danni a causa della tempesta Vaia.

Qui di seguito si riportano le modalità, le spese ammissibili e le note per la presentazione.

Sono aperti da lunedì 10 giugno i bandi per il risarcimento dei danni causati dalla tempesta Vaia. Ci sarà tempo fino al 10 luglio per presentare le domande, che andranno inoltrate per via telematica e con firma digitale.

Sono ammissibili all’agevolazione le spese riguardanti:

a) la ricostruzione in sito dell’immobile distrutto nel quale ha sede l’attività o che costituisce attività;

b) la delocalizzazione, previa demolizione dell’immobile distrutto nel quale ha sede l’attività o che costituisce attività, costruendo o acquistando una nuova unità immobiliare in altro sito della Regione del Veneto, se la relativa ricostruzione in sito non sia possibile:

· in base ai piani di assetto idrogeologico o agli strumenti urbanistici vigenti;

· in conseguenza di fattori di rischio esterni e per i quali, alla data di presentazione della domanda di finanziamento, non risultino programmati e finanziati interventi di rimozione dei predetti fattori di rischio;

c) il ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell’evento calamitoso;

d) le prestazioni tecniche (progettazione, direzione lavori, perizia asseverata, etc.) comprensive degli oneri riflessi (cassa previdenziale e IVA);

e) premi assicurativi versati nel quinquennio precedente al verificarsi dell’evento calamitoso, in presenza di indennizzi assicurativi corrisposti o da corrispondersi per le medesime finalità del presente Avviso.

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 100% della spesa rendicontata ammissibile ed è concessa nel limite massimo di euro 450.000,00, al netto dei premi assicurativi versati nel quinquennio precedente al verificarsi dell’evento calamitoso.

La domanda di contributi va corredata di adeguata documentazione tra cui: una perizia asseverata redatta da professionista abilitato iscritto a un ordine o collegio; eventuale perizia della compagnia assicuratrice e quietanza liberatoria relativa agli indennizzi percepiti; documentazione attestante l’importo e il titolo in base al quale è corrisposto l’eventuale contributo da parte di un altro ente pubblico.

Il bando e la relativa modulistica da presentare sono scaricabili dalle seguenti pagine web:

Sezione Avvisi della Regione del Veneto: https://bandi.regione.veneto.it/Public/Elenco?Tipo=2

Gestioni Commissariali e Post Emergenziali della Regione del Veneto:

http://www.regione.veneto.it/web/gestioni-commissariali-e-post-emergenze/ocdpc-558

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.